CAMMINARE COME ESPERIENZA DI OTTIMALITÀ ENERGETICA A FAVORE DELL’INTEGRAZIONE DEL SÉ

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

CAMMINARE COME ESPERIENZA DI OTTIMALITÀ ENERGETICA A FAVORE DELL’INTEGRAZIONE DEL SÉ

Messaggio Da Polo Psicodinamiche il Gio Ott 25, 2012 9:54 pm


CAMMINARE COME ESPERIENZA DI OTTIMALITÀ ENERGETICA A FAVORE DELL’INTEGRAZIONE DEL SÉ

Fra i numerosi metodi di danzaterapia utili nella, la camminata può essere il metodo centrale di un possibile nuovo approccio terapeutico. Viene quindi esposta una analisi della camminata alla luce di un insight energetico nel sistema dinamico “gruppo che cammina”.
E’ noto che il camminare sollecita la memoria procedurale inconscia ed inserisce l’uomo nella struttura Io, non-Io, l’Altro. L’esperienza motoria del camminare sembra quindi, per le sue caratteristiche intrinseche, poter processare il movimento fino all’enazione del gesto incarnato, proponendosi con potenzialità terapeutiche a vantaggio dell’integrazione del Sé. Quando poi tale esperienza avvenisse in gruppo, il vantaggio terapeutico appare essere ancora più importante e sostanziale. La situazione gruppale favorisce una interazione non-verbale, fino alla possibilità di empatia corporea. Questa sembra emergere da una sincronizzazione gruppale in ritmo, forma e intensità, fino al generarsi di sentimenti di attunement. L’esperienza del “gruppo che cammina” favorisce quindi, nel singolo partecipante, il contatto con il proprio primitivismo ontologico ed emozionale impliciti.
La camminata permette lo spostamento della persona nello spazio fisico minimizzando l’energia utilizzata e contemporaneamente lascia libere energie psichiche utilizzabili in più ambiti cognitivi. Il gruppo che cammina su traiettorie assestate in uno spazio delimitato, può essere descritto da un insieme di cicli limite associato ad un livello energetico ottimale. Tale insieme, anche definibile come ciclo limite gruppale, può essere sapientemente perturbato dal terapeuta che stimola e favorisce una transizione in un nuovo ciclo limite gruppale. Questo favorisce la processazione del movimento in gesto incarnato e aspetti impliciti della persona possono divenire espliciti ed integrati nel Sé. Le prime sperimentazioni di questo nuovo approccio mostrano incoraggianti risultati di efficacia terapeutica.

WALKING AS EXPERIENCE OF ENERGETIC OPTIMALITY FOR THE INTEGRATION OF THE SELF
Among the many useful methods of dance therapy in group psychotherapy, walking may be the main method of a possible new therapeutic approach. In support it is presented an analysis of walking in the light of an energetic insight on the dynamic system "walking group".
It is well known that walking urges the unconscious procedural memory and puts the human person into the structure I, not-I, the Other. For its intrinsic characteristics, the motion experience of walking seems to have the capability of processing the movement to attain the enactment of the embodied gesture. This enactment has potential therapeutic benefits for the integration of the Self. When the walking experience happen in a walking group, the therapeutic benefits appear to be even more important and substantial. The group situation promotes non-verbal interactions till to the extent of gaining corporeal empathy. Specifically, this seems to emerge from a group synchronization in rhythm, form and intensity that generates feelings of attunement. The experience of the "walking group" gained by the individual participant then favors a contact with his/her implicit ontological and emotional primitivism.
Walking allows the movement of the person in the physical space with minimum use of bodily energy and simultaneously leaves psychic energies free to be used in multiple cognitive domains. The walking group following steady trajectories in a bounded space, can be described as a set of limit cycles - or limit cycles set - associated with an optimal energy level. This set can be expertly perturbed or disrupted by the group’s therapist who stimulates and promotes a transition to a new limit cycles set. This supports the processing of the movement into embodied gesture and implicit aspects of the person may become explicit and integrated into the Self. The first experimentations of this new approach show promising results of therapeutic efficacy.


Tosarelli, Lorenza (Bologna, Italy)
psicologa, psicoterapeuta, Studio Terramare, Bologna
Piazzi, Aurelio (Parma, Italy)
ordinario di Automatica ordinario - Dipartimento di Ingegneria
dell'Informazione-Università di Parma
avatar
Polo Psicodinamiche
Amministratore
Amministratore

Messaggi : 161
Data d'iscrizione : 16.08.11

http://polopsicodinamiche.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Condividi
Seguici su Twitter
Accedi

Ho dimenticato la password

Novembre 2017
LunMarMerGioVenSabDom
  12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930   

Calendario Calendario

Bookmarking sociale

Bookmarking sociale Digg  Bookmarking sociale Delicious  Bookmarking sociale Reddit  Bookmarking sociale Stumbleupon  Bookmarking sociale Slashdot  Bookmarking sociale Yahoo  Bookmarking sociale Google  Bookmarking sociale Blinklist  Bookmarking sociale Blogmarks  Bookmarking sociale Technorati  

Conserva e condividi l'indirizzo di FRONTIERA DI PAGINE sul tuo sito sociale bookmarking

Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines