Fromm e la Paura della Libertà

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Fromm e la Paura della Libertà

Messaggio Da Ospite il Mer Feb 29, 2012 6:55 pm





Preparando la Conferenza su Fromm e la Paura della Libertà, suggerisco un contributo video interessante:




Escape from
Freedom, “Fuga dalla libertà” è stato pubblicato per la prima volta nel 1941.
[size=12]Per Fromm l’essere umano deve orientarsi nel mondo e nelle relazioni umani attraverso una ipotetica mappa dove abbia pronto un insieme di spiegazioni, conferme che lo rassicurino e giustifichino la propria esistenza.

Per Fromm la società in cui si vive deve essere smascherata dai legacci invischianti del potere e del profitto per poter trovare e approfondire la conoscenza di se stesso e la parte umana dell’uomo

Nel saggio Fuga dalla Libertà uno dei più importanti e famosi, Fromm sottolinea l’importanza della Libertà e la difficoltà per l’umanità di viverla appieno. Spesso l’essere umano rifugge dalla libertà per eludere la responsabilità che ne farebbe un uomo adulto, per rifugiarsi in maniera infantile nel sadomasochismo, nell’ autoritarismo e nel conformismo, che - come binari precostituiti - non permettono la maturazione di un pensiero libero.

Fromm scrive:



“Additare la rilevanza delle considerazioni psicologiche rispetto alla situazione attuale non significa, secondo me, sopravvalutare la psicologia. L'entità fondamentale del processo sociale è l'individuo, i suoi desideri e timori, le sue passioni e la ragione, le sue disposizioni al bene e al male. Per comprendere la dinamica del processo sociale dobbiamo comprendere la dinamica dei processi psicologici operanti nell'individuo, proprio come per comprendere l'individuo dobbiamo considerarlo nel contesto della cultura che lo plasma. La tesi di questo libro è che l'uomo moderno, liberato dalle costrizioni della società preindividualistica, che al tempo stesso gli dava sicurezza e lo limitava, non ha raggiunto la libertà nel senso positivo di realizzazione del proprio essere: cioè di espressione delle sue potenzialità intellettuali emotive e sensuali. Pur avendogli portato indipendenza e razionalità, la libertà lo ha reso isolato e, pertanto, ansioso e impotente”.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Condividi
Seguici su Twitter
Accedi

Ho dimenticato la password

Giugno 2017
LunMarMerGioVenSabDom
   1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  

Calendario Calendario

Bookmarking sociale

Bookmarking sociale Digg  Bookmarking sociale Delicious  Bookmarking sociale Reddit  Bookmarking sociale Stumbleupon  Bookmarking sociale Slashdot  Bookmarking sociale Yahoo  Bookmarking sociale Google  Bookmarking sociale Blinklist  Bookmarking sociale Blogmarks  Bookmarking sociale Technorati  

Conserva e condividi l'indirizzo di FRONTIERA DI PAGINE sul tuo sito sociale bookmarking

Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines