Pier Paolo Pasolini da "Affabulazione"- voce diVittorio Gassman

Andare in basso

Pier Paolo Pasolini da "Affabulazione"- voce diVittorio Gassman

Messaggio Da Andrea Galgano il Mer Nov 02, 2011 1:47 pm

clicca qui per guardare il video "Affabulazione" di Pier Paolo Pasolini



Pier Paolo Pasolini
(Bologna, 5 marzo 1922 – Ostia, 2 novembre 1975)



In questo passaggio tratto dal testo tetrale Affabulazione, edito postumo e messo in scena dallo stesso Gassman a due anni dalla sua scomparsa, si gioca il processo tra Crono divoratore dei figli e Edipo patricida. Un industriale lombardo viene inabissato in un sogno tenero e terribile allo stesso tempo che però ricostituisce il tratto bambino, facendogli poi provare un'intensa e oscura attrazione per il figlio. Vorrebbe riscoprire il suo segreto, per poi rinnovarsi. Ma il figlio, gli si sottrae, ribellandosi. La storia tra padre e figlio finirà in tragedia. Pasolini, in questo dramma e in questo passaggio, mette a fuoco nella figura del Padre che uccide il figlio una sorta di preghiera laica. Reincarna il Simbolo del Potere, aggressivo e oppressivo in tre tipizzazioni: padre-amante, padre-coetaneo, padre-voyeur. Ma esso si metamorfizza per cercare di decifrare l'indecifrabile. Qui l'alterità, la separatezza, la diversità vengono perseguitate e infine uccise. Il Potere dinanzi alla purità si scompiglia e uccide, perduto in ciò che Pasolini chiamava "oasi di dimenticato dolore". Il presente viene vissuto come morte. Si tenta la ricerca di valori passati, rinnovati e rinnovabili, ma nella sua persona non si legge altro che "coscienza non ammessa della propria impotenza" come legge Guido Davico Bonino.



Padre nostro che sei nei Cieli,
io non sono mai stato ridicolo in tutta la vita.
Ho sempre avuto negli occhi un velo d'ironia.
Padre nostro che sei nei Cieli:
ecco un tuo figlio che, in terra, è padre...
È a terra, non si difende più...
Se tu lo interroghi, egli è pronto a risponderti.
È loquace. Come quelli che hanno appena avuto
una disgrazia e sono abituati alle disgrazie.
Anzi, ha bisogno, lui, di parlare:
tanto che ti parla anche se tu non lo interroghi.
Quanta inutile buona educazione!
Non sono mai stato maleducato una volta nella mia vita.
Avevo il tratto staccato dalle cose, e sapevo tacere.
Per difendermi, dopo l'ironia, avevo il silenzio.

Padre nostro che sei nei Cieli:
sono divenuto padre, e il grigio degli alberi
sfioriti, e ormai senza frutti,
il grigio delle eclissi, per mano tua mi ha sempre difeso.

Mi ha difeso dallo scandalo, dal dare in pasto
agli altri il mio potere perduto.
Infatti, Dio, io non ho mai dato l'ombra di uno scandalo.
Ero protetto dal mio possedere e dall'esperienza
del possedere, che mi rendeva, appunto,
ironico, silenzioso e infine inattaccabile come mio padre.
Ora tu mi hai lasciato.
Ah, ah, lo so ben io cosa ho sognato
Quel maledetto pomeriggio! Ho sognato Te.
Ecco perché è cambiata la mia vita.

E allora perchè ti ho
che me ne faccio della paura del ridicolo?
I miei occhi sono divenuti due buffi e nudi
lampioni del mio deserto e della mia miseria.

Padre nostro che sei nei Cieli!
Che me ne faccio della mia buona educazione?
Chiacchiererò con Te come una vecchia, o un povero
operaio che viene dalla campagna, reso quasi nudo
dalla coscienza dei quattro soldi che guadagna
e che dà subito alla moglie - restando, lui, squattrinato,
come un ragazzo, malgrado le sue tempie grigie
e i calzoni larghi e grigi delle persone anziane...
chiacchiererò con la mancanza di pudore
della gente inferiore, che Ti è tanto cara.
Sei contento? Ti confido il mio dolore;
e sto qui a aspettare la tua risposta
come un miserabile e buon gatto aspetta
gli avanzi, sotto il tavolo: Ti guardo, Ti guardo fisso,
come un bambino imbambolato e senza dignità.

La buona reputazione, ah, ah!
Padre nostro che sei nei Cieli,
cosa me ne faccio della buona reputazione, e del destino
- che sembrava tutt'uno col mio corpo e il mio tratto -
di non fare per nessuna ragione al mondo parlare di me?
Che me ne faccio di questa persona
cosi ben difesa contro gli imprevisti?
avatar
Andrea Galgano
Moderatore
Moderatore

Messaggi : 17
Data d'iscrizione : 18.08.11

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Condividi
Seguici su Twitter
Accedi

Ho dimenticato la password

Settembre 2018
LunMarMerGioVenSabDom
     12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930

Calendario Calendario

Bookmarking sociale

Bookmarking sociale digg  Bookmarking sociale delicious  Bookmarking sociale reddit  Bookmarking sociale stumbleupon  Bookmarking sociale slashdot  Bookmarking sociale yahoo  Bookmarking sociale google  Bookmarking sociale blogmarks  Bookmarking sociale live      

Conserva e condividi l'indirizzo di FRONTIERA DI PAGINE sul tuo sito sociale bookmarking

Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines